21/11/2014

GIORNATA CONTRO LA ELIMINAZIONE DELLA VIOLENZA SULLE DONNE. Per gli alunni delle superiori, una occasione per conoscerne il fenomeno e la sua portata sociale

Il 25 novembre, verranno proiettati dei video sull’argomento e gli studenti saranno informati delle realtà cittadine che, a diverso titolo, si occupano di questo grave problema.

Lo scorso 11 novembre, presso la sala Giunta del Comune di Cernusco sul Naviglio, è stato firmato un protocollo
per la definizione di una rete territoriale cittadina per il contrasto alla violenza contro le donne.

La stesura del protocollo, che ha impegnato molte realtà locali sia istituzioni che del terzo settore, e la sua successiva sottoscrizione giungono alla fine di un percorso durato un anno durante il quale, grazie al finanziamento della Regione Lombardia, il Comune ha organizzato numerosi momenti formativi rivolti alle associazioni, agli enti pubblici e alle scuole su tematiche afferenti alla violenza di genere.

Sulla scorta di questo progetto si è creato un tavolo permanente composto dai firmatari del protocollo, che si propone di organizzare e coordinare diversi eventi ed attività sulla questione della violenza di genere, con il primo intento di creare metodologie e linguaggi condivisi.

Cogliendo l’occasione, come prima azione quella della data del 25 novembre, designata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, quale “Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, il tavolo ha organizzato un’iniziativa rivolta agli studenti degli istituti superiori presenti a Cernusco, che oltre alla riflessione e al comune dibattito su questo argomento diventi occasione per conoscere il fenomeno e la portata sociale dello stesso.

Verranno proiettati dei video sull’argomento e gli studenti verranno informati delle realtà cittadine che a diverso titolo si occupano di questo grave problema.

La responsabile dello Sportello Studenti aperto dall’Amministrazione Comunale fin dal 2009, racconterà i cinque anni di questa esperienza, mentre gli altri relatori insisteranno soprattutto sugli aspetti normativi e giuridici della questione.
Infine verrà presentata una performance da attori che faranno una lettura scenica di brevi brani tratti dal testo “Lividi”, che riporta veri episodi di violenze raccontate da giovani donne.

“Quest’anno, per la giornata del 25 novembre – commenta l’Assessore Rita Zecchini – abbiamo voluto costruire un percorso rivolto principalmente alle scuole superiori, perché è dalle giovani generazioni che dobbiamo partire se vogliamo realizzare quel cambiamento culturale che solo può garantire un’inversione di tendenza per eliminare il fenomeno della violenza di genere: una vera e propria piaga sociale.
Il protocollo territoriale – conclude l’Assessore – in questo modo evidenzia l’utilità e la potenzialità della propria azione.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *